Le calorie consigliate dagli specialisti per gli over 75


 

Secondo l’istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione, l’Inran, il fabbisogno giornaliero consigliato nella fascia di età oltre i 75 anni è di 1750-1950 calorie per l’uomo e 1500-1750 per la donna in presenza di attività fisica lieve-moderata; 1500-1600 calorie per l’uomo e 1300-1400 per la donna con scarsa mobilizzazione.

Spesso gli anziani si rifiutano di mangiare e di bere ed in questi casi un piccolo escamotage può essere quello di intrattenerli in attività fisiche che, oltre ad eliminare i pensieri negativi ed a riattivare i muscoli, stimolano notevolmente l’appetito e la sete. Anche camminare mezz’ora al giorno, se non si hanno particolari problemi che lo impediscono, fa bene alla salute ed all’equilibrio muscolo-scheletrico.

Le regole alimentari da seguire sono poche e semplici:

– Consumare frutta, verdure ed ortaggi freschi in modo da evitare la carenza di vitamine, fibre e sali minerali;

– Limitare il consumo di grassi animali come il grasso delle carni, il burro, i formaggi grassi, la panna ecc. perché fanno innalzare il livello di colesterolo nel sangue e possono causare sovrappeso e patologie conseguenti;

– Preferire le carni bianche ovvero pollo, tacchino e coniglio;

– Utilizzare l’olio extravergine di oliva nei condimenti e nelle cotture perché aumenta il colesterolo buono;

– Ridurre le quantità di sale da cucina sostituendolo con spezie ed erbe aromatiche;

– Mangiare il pesce, sia fresco che surgelato, perché ricco di omega 3 che contribuisce al rallentamento del declino cognitivo;

– Preferire gli zuccheri complessi contenuti nei cereali, pasta, farro, orzo, mais patate ecc. piuttosto che gli zuccheri semplici (contenuti nelle bevande gassate, nella frutta candita, nei succhi di frutta, nello zucchero da tavola ecc.) che invece vanno limitati;

– Limitare il consumo di alcolici. È tollerato bere mezzo bicchiere di vino rosso ai pasti.

 

Questi consigli sull’alimentazione riguardano in particolar modo gli anziani, che spesso si trascurano nel mangiare perché non hanno appetito o magari perché si seccano a cucinare, ma valgono anche per gli adulti che con la loro vita sempre più frenetica fanno poca attenzione a quello che mettono nello stomaco.

 

Laura Ciancio

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...