Al via i rimborsi del Canone Rai: istanza online per gli utenti



Novità per i Consumatori. Dal 15 settembre la richiesta di rimborso per il canone Rai non dovuto si può presentare anche online, con riaccredito in bolletta in tempi celeri. Le Società Elettriche potranno scegliere tra l’accredito dei 70 euro sulla prima fattura utile, oppure di effettuare il rimborso dovuto tramite altri canali di pagamento. Nel caso in cui il rimborso non venga effettuato, lo stesso dovrà effettuato direttamente dall’Agenzia delle entrate.

La richiesta di rimborso può essere inviata utilizzando l’applicazione web sul sito dell’Agenzia delle entrate, attraverso le credenziali di accesso dei servizi telematici, con possibilità di trasmettere la richiesta anche tramite i Caf.

La domanda può essere presentata se accompagnata da una valida motivazione ed, in particolare, deve essere indicato uno dei seguenti sei codici:

• codice 1: si è in possesso dei requisiti di esenzione (over 75 con reddito complessivo familiare non superiore a 6.713,98 euro) ed è stata presentata l’apposita dichiarazione sostitutiva;

• codice 2: il richiedente è esentato per convenzioni internazionali (diplomatici e militari stranieri);

• codice 3: si è già versato il canone con modalità diverse dall’addebito in bolletta (ad esempio con addebito sulla pensione o con pagamento tramite apposito bollettino);

• codice 4: è stato addebitato due volte, ossia anche sull’utenza elettrica intestata ad altro componente della famiglia anagrafica. In questo caso, la domanda vale anche come dichiarazione sostitutiva per richiedere il non addebito sulla propria utenza elettrica e comunicare il codice fiscale del familiare che già paga il canone mediante la sua fornitura elettrica. L’istanza di rimborso può essere presentata anche da un erede in relazione al canone tv addebitato sulla bolletta elettrica intestata ad un soggetto deceduto;

• codice 5: il richiedente ha presentato entro il 16 maggio la dichiarazione sostitutiva di non detenzione di apparecchi televisivi da parte propria e dei componenti della propria famiglia anagrafica;

• codice 6: altri motivi diversi dai precedenti.

Rimane però sempre la possibilità di richiedere il rimborso tramite la compilazione del modello cartaceo reperibile sul sito dell’Agenzia e sul sito Rai, modello che dovrà essere recapitato tramite posta raccomandata al seguente indirizzo: Agenzia delle entrate, Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti TV – Casella Postale 22 – 10121 Torino.

Angela Scalisi

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...