Nuovi contatori luce in arrivo: tagli o rincari nelle bollette?


nuovocontatoreluce
Stanno per arrivare nelle nostre case i nuovi contatori della luce 2G, già presentati alla Triennale di Milano, durante la mostra di Enel “Vedere l’invisibile. Le forme dell’energia” .Gli apparecchi dovranno essere costruiti in base alle caratteristiche dettate dall’Authority per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico approvate come previsto dal decreto sull’efficienza energetica (d.lgs. 102/2014). Tra la fine dell’anno e l’inizio del 2017 i contatori elettrici che hanno raggiunto i 15 anni di vita potranno, dunque, essere sostituiti con dei nuovi smart meter, che dovrebbero rilevare i dati in tempo reale, ogni 15 minuti, garantendo una gestione più efficiente ed effettiva dei consumi.
L’Enel ha già annunciato per l’autunno l’installazione in 32 milioni di case ed aziende del suo nuovo contatore 2G Open meter.
Come spiegato in una nota della Aeegsi – dall’Authority per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico, le novità non saranno indifferenti. I dati sull’energia consumata nelle case, ma anche su quella auto-prodotta (in caso di pannelli fotovoltaici domestici) saranno rilevati ogni quarto d’ora e disponibili già il giorno dopo, con un addio definitivo a code di fatturazione, fatture di conguaglio e rettifiche. Si ricorrerà ai conguagli solo in caso di anomalie. Potremo gestire in modo più consapevole il nostro comportamento energetico, in quanto i dati dettagliati di consumo appariranno sul display del nuovo smart meter, nonché su altri dispositivi ‘intelligenti’ da tenere in casa e saranno aperti ai possibili sviluppi della domotica, anche avvalendosi del wi-fi e della fibra ottica.
Le letture più semplici e veloci consentiranno- o dovrebbero consentire- nuove offerte da parte delle società fornitrici di Energia, modulate con fasce orarie flessibili o con pacchetti di soluzioni prepagate.
Anche per i contatori 2G i costi d’installazione dovrebbero restare invariati e saranno ‘spalmati’ nelle bollette successive; sarà la stessa Autorità a garantire che i distributori elettrici non addebitino costi impropri.
Alcune associazioni dei consumatori non vedono uno scenario cosi idilliaco e dipingono, al contrario, la sostituzione come una mera operazione di facciata, che graverà sulle tasche dei clienti. L’atteggiamento più critico è quello di Codici, che ha additato la sostituzione come una mera operazione di maquillage, un restyling costoso e poco trasparente, in quanto i nuovi contatori sarebbero realizzati con la stessa tecnologia della prima generazione, comporterebbero costi aggiuntivi in bolletta, e aumenterebbero il rischio di maxi-conguagli.
Più pacata la reazione di Altroconsumo, che invece rassicura i consumatori soprattutto sulle spese: “Se il fornitore decide volontariamente di sostituire i misuratori prima dei 15 anni – si legge in una nota – gli eventuali costi saranno del tutto a carico suo. Se esiste un dubbio fondato sul cattivo funzionamento dell’apparecchio, il cliente può richiedere per iscritto al proprio fornitore una verifica tecnica del contatore, che dovrà essere svolta dall’impresa distributrice. L’Autorità ha stabilito i tempi massimi- spiega ancora l’Associazione- entro i quali il fornitore è tenuto a rispondere ed eventualmente a rettificare la bolletta e restituire le somme”
Sarà comunque un cambiamento destinato ad incidere non solo sui consumatori, ma anche sulla qualità complessiva del servizio elettrico, ovvero sulla gestione di rete, sull’analisi e previsione di distribuzione, sulla possibilità di agire sulle interruzioni, grazie anche ad una maggiore mole di dati raccolti.
Angela Scalisi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...