Nuovo intervento per le zone terremotate: il decreto da lunedì in Gazzetta Ufficiale


Foto Roberto Monaldo / LaPresse 23-09-2016 Roma Politica Palazzo Chigi - Conferenza stampa su ricostruzione post terremoto Nella foto Varco Errani (comm. ricostruzione)   Photo Roberto Monaldo / LaPresse 23-09-2016 Rome (Italy) Press conference on reconstruction after the Amatrice earthquake  In the photo Varco Errani

Foto Roberto Monaldo / LaPresse
23-09-2016 Roma
Politica
Palazzo Chigi – Conferenza stampa su ricostruzione post terremoto
Nella foto Varco Errani (comm. ricostruzione)
Photo Roberto Monaldo / LaPresse
23-09-2016 Rome (Italy)
Press conference on reconstruction after the Amatrice earthquake
In the photo Varco Errani

Nuovo decreto “ terremoto” da lunedì in Gazzetta Ufficiale. Il Consiglio dei ministri ha approvato il nuovo decreto  “salvo intese”, rimandando ad un secondo tempo i dettagli tecnici. Secondo le prime indiscrezioni lo stesso decreto definirebbe il concetto del cratere del sisma e varerebbe provvedimenti su agricoltura, scuola e beni culturali anche con l’obiettivo di snellire la macchina della burocrazia.
L’emergenza principale affrontata è stata quella di garantire un’adeguata assistenza abitativa alle popolazioni colpite dai ripetuti eventi sismici. Il Dipartimento della protezione civile potrà, con procedure rapide e trasparenti, acquisire i container e, sulla base delle indicazioni dei Comuni, individuare le aree ove installarli. Per favorire il rientro nelle case con danni lievi, che hanno bisogno soltanto di interventi di immediata riparazione, i proprietari, previa presentazione di apposito progetto firmato da un professionista abilitato che documenti il nesso di causalità tra il sisma e lo stato della struttura, oltre alla stima del danno, potranno procedere personalmente al ripristino dell’agibilità.
Per la messa in sicurezza del patrimonio storico e artistico, i Comuni interessati potranno procedere direttamente gli interventi indispensabili, dandone comunicazione al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.
Compiti demandati anche all’Anas, che dovrà approntare misure urgenti atte alla messa in sicurezza e al ripristino della viabilità delle infrastrutture.
Il decreto, infine, prevede anche misure urgenti per consentire la prosecuzione delle attività didattiche: dalle modalità di composizione delle classi a quelle di assegnazione del personale docente.
Per riuscire a gestire tutti gli interventi, il decreto autorizza i Comuni ad assumere con contratti a tempo determinato personale di tipo tecnico ed amministrativo fino ad un massimo di trecentocinquanta unità.
Il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, commentando il lavoro svolto ha ricordato che “il governo ha stanziato le somme necessarie” per fare fronte all’emergenza, “per un totale di 130 milioni”, mentre per la ricostruzione sono previsti “266 milioni per il 2016 e 200 milioni per il 2017”. Forte intervento anche del Premier Renzi che ha incalzato l’Unione Europea affinché alleggerisca la morsa sull’Italia. Sul punto il commissario europeo agli Aiuti umanitari e alla gestione delle crisi, Christos Stylianides, ha ribadito che l’Italia può contare sulla solidarietà e l’impegno dell’Unione europea per affrontare l’emergenza, ma solo se le stesse autorità italiane lo chiederanno, scatterà il meccanismo di protezione civile europea. Il presidente della Commissione Juncker e i commissari per la crisi Stylinides e Cretu “seguono la situazione in Italia con grande preoccupazione” e “sono pronti ad aiutare in modo concreto se l’Italia ne farà richiesta”.
Al contempo prosegue la raccolta fondi (ad oggi sono stati già raccolti 2.350.498 Euro) attraverso il numero solidale 45500 riattivato, dopo la scossa del 30 ottobre, dal dipartimento della protezione civile, d’intesa con gli operatori di telefonia fissa e mobile.
Angela Scalisi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...