Wi-fi gratis attivo entro Natale in quasi tutta Palermo


piazza-san-domenico

10 mila persone al giorno si collegano gratuitamente, da due settimane a questa parte, con la rete wi-fi della città di Palermo. In questo momento gli spazi cittadini che possiedono il collegamento sono 13. Sfortunatamente capita che la connessione sia lenta a causa del grande flusso di collegamenti, arrivati anche ad 800 nell’arco di due ore in alcuni punti della città.
L’Unione Europea nel lontano 2007 ha messo a disposizione del Comune di Palermo 3,5 milioni di euro, di cui il Comune ha usufruito, per realizzare l’anello telematico ovvero per il collegamento a banda larga di 30 uffici comunali. Oggi gli uffici collegati sono 18 ed il progetto sta finalmente iniziando a funzionale anche se ancora il numero degli uffici collegati sono poco più della metà di quelli per cui i fondi sono stati concessi. L’assessore all’Innovazione Gianfranco Rizzo sostiene che il progetto per il momento sia in fase di prova ma quando funzionerà la rete wi-fi verrà estesa a buona parte della città con un investimento minimo.

Le piazze palermitane dotate di collegamento wi-fi ad oggi sono: Piazza Verdi, piazza Pretoria, piazza Bellini, Cassaro alto, Villa Niscemi, Cantieri culturali della Zisa, Ecomuseo del Mare di via Messina Marine, Villa Garibaldi, piazza Fonderia, piazza Politeama (da entrambi i lati), piazza San Domenico, piazza Caracciolo e piazza Garaffello alla Vucciria.

Il prossimo passo riguarda l’attivazione del collegamento in due delle vie principali della città, via Maqueda e via Roma, che dovrebbe essere attivo e funzionante per dicembre. L’azienda che si occuperà di questo progetto è l’azienda californiana Cisco, azienda leader nel campo delle reti infrastrutturali per la comunicazione wireless.

Il comune di Palermo ha dato alla città una grande spinta verso l’innovazione, le pretese sono alte e i siciliani si augurano di non essere delusi e che questa azione venga portata a compimento nel più breve tempo possibile e senza spreco di fondi.

Laura Ciancio

fonte: la Repubblica.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...