La Sicilia e i suoi Pupi si trasmettono nel mondo grazie ad Etna Comics


I numeri continuano a crescere e quest’anno si arriva a 78.000 presenze

 

Anche quest’anno Etna Comics rientra tra gli eventi con il più alto numero di visitatori in Italia!

Erano 73 mila le presenze registrate durante la scorsa manifestazione che si sono trasformate in 78 mila durante la settima edizione.

Un evento che coinvolge grandi e piccoli che ogni anno accorrono al grande evento con entusiasmo e spensieratezza.

 

In un mondo circondato dal terrore e dalla preoccupazione causata dagli sconvolgenti eventi terroristici degli ultimi mesi, vedere bambini che sorridono e sfegatati appassionati dei fumetti divertirsi durante quei quattro giorni crea un raro sentimento di serenità.

 

Camminare tra le vie delle ciminiere avvolti dai numerosi Cosplayer e da quella atmosfera particolare che portano con sé, che ti fa immergere in una dimensione tra la vita reale e quella dei fumetti o dei videogiochi, è un’esperienza che senza volerlo ti disegna tra le labbra un sorriso.

È contagioso, anche per i non appassionati, per chi non è abituato a leggere fumetti o ai videogames, è un divertimento che si trasmette da una persona all’altra in modo involontario.

Si ammirano disegnatori provenienti da tutte le parte del mondo e non ci si stupisce nel vedere come dietro i loro tavoli si formi una lunga fila di persone pronte con i loro libri tra le mani per farsi fare una dedica mentre si parla e si scherza durante l’attesa con persone seppur sconosciute ma accomunate da quel disegnatore che in quel momento crea aggregazione.

 

Lo si può definire evento fieristico, di aggregazione sociale e senza dubbi culturale!

Non è un caso che nel manifesto sia disegnato un bel pupo siciliano, reinterpretato dal suo disegnatore Alex Maleev.

Un modo, come dice il direttore di Etna Comics Antonio Mannino, per portare un po’ di Sicilia in tutto il mondo.

Il fatto che un evento di tali dimensioni, l’unico in Sicilia, venga organizzato proprio a Catania rende fiero anche l’assessore al Turismo della Regione Siciliana, Anthony Barbagallo

e con lui ovviamente anche il Comune di Catania, che da parte sua anno dopo anno deve impegnarsi per fare in modo che la burocrazia italiana non rallenti l’organizzazione di un evento talmente bello quanto grande.

 

Un’attività organizzativa stupefacente, sono sempre di più le persone che collaborano per fare andare avanti questa macchina incredibilmente grande che è l’Etna Comics e Antonio Mannino non per occasione per congratularsi e ringraziare tutto lo staff che rende realizzabile l’evento.

 

Un evento così riesce ad unire tutte le nazioni, un po’ come il G7 di Taormina che avrà riunito sì i potenti degli Stati membri ma ha lasciato fuori alcuni Stati. Etna Comics invece anche se con persone “comuni” riesce ad unire il mondo, con la partecipazione di personaggi internazionali provenienti dalla Russia, Giappone, Europa, America ecc.

Chissà anche i politici potrebbero imparare a collaborare così, a trovare un po’ di quella sinergia che unisce l’intero pianeta durante l’Etna Comics.

Se tutti potessero prendere un po’ della serenità e del felice caos che si respira alle Ciminiere durante quei quattro giorni di evento ci sarebbero meno conflitti.

 

Laura Ciancio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...