Il sindaco Drago sulla replica di Ontario della Pubbliservizi. “Irrispettoso verso le istituzioni, se non in grado di svolgere il compito lasci!”



“La replica dell’amministratore unico di Pubbliservizi, Silvio Ontario, al comunicato del sottoscritto non può che lasciare increduli e basiti, prima di tutto perchè ignora il galateo istituzionale ed è oltretutto irrispettosa nei confronti del sindaco metropolitano, l’organo che tra l’altro l’ha fortemente voluto e nominato a cui la mia interrogazione è rivolta. Chiedo al sindaco Enzo Bianco di censurare questo modo di fare di Ontario che si è insinuato, in modo indebito ed inusuale, in una normale dialettica tra i livelli e le gerarchie istituzionali, a seguito della quale avrebbe dovuto rispondere (per iscritto) soltanto al momento in cui sarebbe stato chiamato in causa dall’ente Città metropolitana di Catania.” Interviene così il primo cittadino di Aci Castello, Filippo Drago, che nella giornata di ieri aveva inviato un atto di sindacato ispettivo, in qualità di componente dell’assemblea metropolitana di Catania, per sapere se in relazione all’assunzione di un consulente esterno, da parte di Pubbliservizi, fossero stati adottati metodi di scelta prima interna e poi al di fuori dell’azienda tramite evidenza pubblica. “Con stupore ho dovuto invece rilevare come l’amministratore unico risponde a mezzo stampa eludendo comunque la mia richiesta e contrattaccando E lo fa affermando, inizialmente, che il consulente sta svolgendo un lavoro tale da permettere alla società di risparmiare (portandosi però a casa oltre 4 mila euro al mese), facendo poi allusioni riguardo “protettori” di dipendenti della partecipata che beneficiano di superminimi. Premesso, quindi, che non sono le parole a definire l’operato di un consulente, ma i risultati riportati nelle documentazioni prodotte e soprattutto nella relazione finale (a proposito esiste una relazione conclusiva dell’incarico terminato in data 31 Maggio?), se Ontario conosce i nomi di questi protettori si rechi tempestivamente nelle sedi opportune a denunciare le malefatte. Lo stesso faccia se conosce chi è autore di pressioni e messaggi trasversali. Altrimenti, diventa troppo facile tirare la pietra nascondendo la mano, e se non è in grado di sostenere il peso di un ruolo così importante e prestigioso, lasci il posto a qualcun altro. Anche perchè non sa che il sottoscritto è favorevole ad un immediato contenimento dei costi per salvare la partecipata ed è al suo fianco nella lotta a sprechi e privilegi che sia vera e non strumentale. Sui superminimi, infatti, ritengo che debbano essere subito cancellati a chi non ne ha diritto, ma per questo pare già ci sia un altro nuovo consulente pronto ad occuparsi della questione (e sull’argomento ho già inviato una nuova interrogazione). Pertanto, auspicando un riscontro da parte del sindaco metropolitano alle interrogazioni, mi auguro che Silvio Ontario continui a fare il suo lavoro a testa bassa e in silenzio portando fatti concreti per evitare che in Pubbliservizi si ripetano film, oltretutto disgustosi, già visti in precedenza.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...