STOP AL FEMMINICIDIO!


Se ne parla ogni anno il 25 novembre e l’8 marzo di femminicidio!

quando poi in un lasso di tempo breve,ne avvengono di casi diversi,se ne parla come di un’epidemia.Un’epidemia di gelosia,di lui che non ha retto alla fine di una relazione.Erroneamente,se ne parla!

Perchè dopo l’ennesimo caso,puntualmente torna il silenzio,fino al successivo,come succede ogni volta!

Mentre migliaia di donne subiscono,urlando in silenzio,mentre ai centri antiviolenza vengono tagliati i fondi,mentre la lotta contro la violenza sulle donne,dovrebbe essere un tema quotidiano nel nostro libero e democratico Paese.

Secondo la Convenzione del Consiglio d’Europa,sulla prevenzione e la lotta contro la violenza sulle donne,per prevenirla è necessario raggiungere l’uguaglianza di genere,eliminare ogni forma di discriminazione,proteggere e offrire assistenza alle donne vittime di violenza,offrire un supporto psicologico per trovare il coraggio di denunciare abusi e violenze,creare delle case rifugio,istituire delle linee telefoniche attive 7 giorni su 7 per 24 ore,destinate ad offrire consulenza su come liberarsi dalla violenza di cui si è vittime,offrire assistenza psicologica ai bambini che assistono inermi e spesso sono vittime stesse degli abusi e incoraggiamento a chiunque sia testimone,nello sporgere denuncia insieme alle vittime.

Eppure,vi sono stati dei delitti preceduti da innumerevoli denunce da parte delle vittime!Perchè?

Gli Stati che hanno accettato che questa convenzione,stipulata a Instambul nel 2011,entrasse in vigore nel proprio paese sono l’Italia,l’Albania,il Portogallo,la Turchia e il Montenegro.Tutti gli Stati che hanno aderito, si sono impegnati a garantire che tutti i matrimoni stipulati contro il volere della donna,venissero annullati,punire tutti i reati commessi per compromettere l’integrità psicologica e fisica delle vittime,perseguire penalmente i responsabili di atti sessuali non consensienti. Perseguire penalmente chi costringe una donna alle mutilazioni genitali o all’aborto,fare in modo che un comportamento violento non venisse mai giustificato da motivazioni religiose,usi,costumi e onore.

Garantire che le autorità competenti allontanino da casa chi commette violenza,impedendogli di avvicinarsi alla vittima e far sì che le vittime ricevano assistenza legale usufruendo del gratuito patrocinio.

La Convenzione ha inoltre deciso di inserire nelle scuole e nelle strutture extrascolastiche,un programma di prevenzione che riguarda la parità tra i sessi,la soluzione non violenta nei conflitti ma nonostante queste misure preventive,gli stereotipi negativi restano difficili da contrastare e il percorso è ancora tortuoso verso il cambiamento con azioni di sensibilizzazione ed educazione.

Così come il pregiudizio,l’indifferenza,perchè è diffusa la convinzione che se una donna resta accanto a un uomo che le usa violenza,vuol dire che le va bene così…perchè tanto le donne hanno più confidenza col dolore,sia fisico,come lo dimostra il travaglio affrontato durante un parto,che dell’anima,quando non hanno più nemmeno la forza di ribellarsi ai soprusi e se lo fanno,se osano riappropriarsi della loro vita,vengono seguite,perseguitate,umiliate,picchiate,uccise. Nei modi più efferrati!

Le migliaia di donne che vivono ogni giorno sull’orlo di un precipizio,che tentano di addomesticare l’odio,perchè non trovano altra via d’uscita!

Alcune ce la fanno e grandissimi talenti sono usciti fuori da un dolore,da un volto sfregiato,testimonianza di forza e cambiamento anche a nome di chi non ce l’ha fatta. Di chi aveva progetti e sogni per il futuro,di chi è stata brutalmente strappata all’amore dei propri figli e di chi credeva che sì…era possibile ricominciare una nuova vita.

Valeria Di Bella

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...