Le magiche e pericolosissime lanterne: il delirio a Letojanni per la notte di San Lorenzo


Negli ultimi anni si è diffusa sempre più la moda del lancio delle ormai famose lanterne cinesi. Come mongolfiere in miniatura si accendono, prendendo fuoco dall’interno fino a gonfiarsi, e volano nel cielo. Atmosfera suggestiva, affascinante senza ombra di dubbio ma… non saranno un po’ pericolose?

Anche Letojanni ha partecipato a questo rituale infatti per la notte di San Lorenzo, il 10 agosto, è stato organizzato il “Festival delle Lanterne”. L’organizzazione si ripropone di organizzare questo evento ogni anno per la notte di San Lorenzo, quella notte durante la quale in teoria si dovrebbero osservare le stelle cercando di coglierne qualcuna cadente per esprime un desiderio. Quella notte sì e no si vedevano in cielo tre stelle, troppa luce e tutte le persone che si sforzavano per “ballare” in spiaggia musica improponibile.

Tutte queste lanterne che creano un’atmosfera molto suggestiva però nel momento in cui si spengono tornano a terra. Che siano 100% biodegradabili come sostiene l’organizzazione c’è qualcosa da ridire perché, anche se fatte con carta ignifuga, al loro interno nella parte bassa vi è una parte in ferro che sicuramente non si può definire biodegradabile.

Bellissime ma inquinanti e pericolose tanto che è necessaria la licenza, lanciarle senza autorizzazione costituisce reato. Secondo le autorità le lanterne volanti importate dall’oriente rappresentano un pericolo per l’ambiente ed il traffico aereo, oltre che per le persone vicine. Il loro utilizzo è disciplinato dalle leggi previste per i fuochi d’artificio quindi sono soggette ad autorizzazione dell’autorità locale e di pubblica sicurezza. L’utilizzo non autorizzato di queste mongolfiere è punito dal codice penale, in quanto reato di accensioni pericolose, ed è previsto anche l’arresto fino ad un mese.

In molti comuni italiani, come quello di Agrigento, c’è il divieto di lanciare le lanterne volanti.

In Sicilia ci sono già parecchi incendi durante il periodo estivo, alcuni dolosi altri causati dal troppo caldo, inserire un altro fattore di rischio non sarebbe caso. Spesso anche la sicurezza prevista durante un evento come quello di Letojanni potrebbe non bastare, alcune lanterne accese che non prendevano il volo sono finite addosso a persone e cose, per non parlare poi della gente che in modo poco intelligente ha acceso le lanterne sulla strada e non in spiaggia come previsto dagli organizzatori.

La Sicilia è un’isola talmente bella che inquinarla così solo per avere qualche minuto di uno scenario carino davanti agli occhi non ne vale la pena.

Ci sono tante di quelle cose buone da copiare dagli altri Paesi che sarebbe meglio non concentrarsi su quelle stupide e dannose.

Laura Ciancio

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...