PALCOSCENICO- “IO MUOIO PER TE…”


 

RUBRICA A CURA DI VALERIA BARBAGALLO

Alcesti, ci racconta la dott.ssa Alessandra Mirabella, Presidente dell’Archeoclub Aidone Morgantina,  è una giovane donna, un’eroina senza remore di fronte alla morte, simbolo come non mai dell’amore coraggioso, forse di quegli amori che oggi giorno, ci dice Alessandra, non esistono più,  è sempre lei, passionale e decisa, uno dei più bei personaggi di Euripide. Una tragedia dai toni poetici, sentimentali che tocca veramente il cuore. Alcesti va in scena in un luogo magico Morgantina, e lo fa in occasione dell’ormai celeberrima manifestazione “Morgantina Rivive” 2018 presso il Parco archeologico di Morgantina il 5 e il 6 agosto.

Una donna ideale, Alcesti, ci dice Alessandra Mirabella, siamo nella Grecia del V secolo a.c. e la giovane sposa, eternamente fedele al proprio uomo Admeto e madre affettuosa, si dichiara disposta a sacrificare la propria vita per salvare quella del proprio marito, e vedendo spegnere la sua esistenza nel fiore di una sana giovinezza, si offre alla morte senza esitazione, lo fa spinta dall’inspiegabile forza che solo l’amore può dare.

Admeto potrà sopravvivere al giorno fatale, se solo un’altra persona accetti di morire al suo posto, e così Admeto chiede al padre, alla madre ai parenti più cari, ma nessuno si propone di morire per lui. Lo fa Alcesti, dicendo: io muoio per te. Con gli occhi lucidi Alessandra ci dice: non è questo un atto di estremo altruismo? Dare la propria vita al posto della persona che si ama. Alcesti chiede solo al marito Admeto di conservare indelebile il proprio ricordo e di non amare altre donne.

Admeto le promette lutto perenne e postuma fedeltà. In questa tragedia l’amaro destino sembra avere due facce: riposta quella crudele che vede Thanatos, il traghettatore dei morti scendere a patti con Eracle, eroe e salvatore di Alcesti, che ospitato dal marito Admeto, malgrado in lutto, accoglie l’ospite, che ignaro della morte di Alcesti, si abbandona alle gioie del simposio. Eracle, ci racconta con evidente coinvolgimento la dott.ssa Alessandra Mirabella, pare commuoversi del nobile gesto dettato dalla Xenia, e dalla triste storia della povera Alcesti.  Decide imperterrito di infrangere la rigida legge che impedisce ai morti di tornare in vita.”Alcesti” diventa eroina di fronte alla morte, ma Alcesti, diciamocelo, è uno dei tanti motivi per visitare Morgantina, la bellezza disarmante degli scavi archeologici, l’Ekklesasterion, l’imponente teatro greco sono alcune delle tante ragioni che dovrebbero spingervi a visitare questi luoghi.

La vicenda di Alcesti si risolve, come in una favola, con il classico lieto fine in cui il bene trionfa su un destino che in questo caso tanto malvagio non è, dimostrando come l’ostinata volontà di una donna possa riuscire a commuovere anche la fredda morte. Poco distante al sito archeologico, si trova piccolo paese di Aidone, una bomboniera che sovrasta sui boschi delle colline dell’ennese, un piccolo borgo, con il suo meraviglioso museo, la statua della discussa dea di Morgantina, sempre pronta a lasciare tutti senza fiato, ed un centro storico pregno di vicoli dal carattere medievale. Morgantina rivive, è il frutto di un duro e complicato lavoro di un’instancabile equipe, ci dice la Presidente dell’Archeoclub Alessandra Mirabella, è una manifestazione che coinvolge gli abitanti di Aidone e non solo, che indossati gli abiti dell’epoca, riescono magistralmente a fare rivivere ogni anno il parco Archeologico.

Calogero Matina Kalos

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: