Belpasso dal comune azione forte per gli sporcaccioni


L’amministrazione comunale belpassese usa le maniere forti senza esitazione nella lotta a chi sporca il territorio abbandonando i rifiuti nelle strade. Consapevole che il controllo sia una delle azioni indispensabili, per punire gli sporcaccioni il sindaco Daniele Motta ha messo in opera alcune “fototrappole”, telecamere mobili che verranno posizionate a rotazione in vari punti del territorio e riprenderanno eventuali cittadini incivili che dovessero scaricare i propri sacchetti dei rifiuti in giro anziché depositarli davanti casa, negli appositi contenitori e nei giorni stabiliti per la raccolta differenziata.

Dalle immagini che verranno raccolte dalle telecamere si potrà risalire ai trasgressori, che verranno individuati e multati dalla Polizia Municipale. L’operazione è stata coordinata dall’assessore all’Ecologia, Salvo Pappalardo, in collaborazione con i tecnici della ditta Balestrieri che gestisce il servizio rifiuti. “Tolleranza zero contro gli incivili – ha spiegato il sindaco Motta – e ogni mezzo possibile e legale subito in campo per contrastare le microdiscariche, un fenomeno vergognoso dovuto esclusivamente ai cittadini indisciplinati. Sono convinto che si tratti di una  piccola parte di abitanti, ma per colpa loro, che hanno scarso senso civico e scarsa educazione, il comune e quindi tutti gli altri cittadini sono costretti a spendere denaro extra, sia per bonificare strade e aree invase dai rifiuti, che per portare tutto in discarica. Non parliamo poi del danno ambientale e di immagine che subiamo con spettacoli indegni e indecorosi lungo le nostre strade e nelle nostre aree a verde. Fatti intollerabili e che appunto non verranno tollerati. Le telecamere osserveranno ogni movimento e puniranno chi deve essere punito. Belpasso fino allo scorso anno ha raggiunto ottimi livelli nella raccolta differenziata, abbiamo superato il 70 per cento, primo comune della Sicilia tra quelli con più di 20mila abitanti, e vogliamo proseguire facendo ancora meglio. Abbiamo anche un’isola ecologica, lungo la Sp Belpasso-Camporotondo, dove conferire i rifiuti da differenziare. Abbiamo anche un servizio gratuito di ritiro a domicilio dei rifiuti ingombranti. Non ci sono scuse! Consiglio vivamente – ha concluso Motta – di rispettare le regole e di rispettare l’ambiente, perché non ci sarà alcuna giustificazione per i cittadini che saranno scoperti a sporcare e a non adeguarsi alla pratica virtuosa della raccolta differenziata”.

Molti comuni dovrebbero seguire l’azione del comune di Belpasso per punire fortemente i trasgressori della civica educazione. In tutta la provincia di Catania, tranne qualche comune abbiamo il territorio ridotto a letamaio, sia a mare che in montagna specie nel parco dell’Etna, ma anche nella  mitica montagna della Ganzaria, dove la natura è protetta. In questa montagna nel comune di San Michele di Ganzaria, l’esperto Michele Iannizzotto ha catalogato circa cento varietà di orchidee selvatiche, questo forse per la natura incontaminata che vi regna, anche li malgrado dista alcuni chilometri dal centro abitato c’è la testimonianza degli incivili.                                                                          Michele Milazzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: