Catania servizi sociali, il sindaco si faccia garante per un confronto verità sulle risorse


Catania, Un serio confronto e un’operazione-verità su quanto speso e quanto disponibile per i servizi sociali a Catania e nel Distretto socio sanitario 16 con la presenza garante del sindaco Pogliese. È quanto chiede la segreteria della Cisl di Catania, per bocca del segretario generale Maurizio Attanasio, sulla grave vicenda dei servizi sociali a Catania.«Il timore che gli effetti del dissesto comunale si sarebbero riversati sulle fasce sociali più deboli lo avevamo già detto – aggiunge – ma non avremmo mai immaginato che si arrivasse alla cessazione improvvisa dei servizi di protezione sociale senza un minimo di confronto con le organizzazioni sindacali come rappresentanti sia degli assistiti sia dei lavoratori impegnati nei servizi di cura».Per Attanasio, «gli assessori alle Politiche sociali Lombardo e l’assessore al Bilancio Bonaccorsi dovrebbero cospargersi il capo di cenere e chiedere scusa al migliaio di cittadini assistiti che di punto in bianco si sono visti notificare il blocco dei servizi prestati. Ora occorre un confronto serio e un’operazione-verità, rispetto a quanto finora speso e quanto oggi disponibile nelle casse comunali affinché si possano razionalizzare gli interventi previsti. «La Cisl, assieme agli altri sindacati confederali catanesi – sottolinea il segretario della Cisl etnea – ha chiesto più volte all’assessore alle Politiche sociali un tavolo permanente per discutere approfonditamente su tutte le risorse comunitarie, regionali, statali e di bilancio per avviare una affidabile programmazione dell’assistenza sociale». «Ancora oggi pur comprendendo le difficoltà dettate dalla mancanza di liquidità – continua – non capiamo il ritardo sul confronto e la progettualità del nuovo Piano triennale di Zona del Distretto socio sanitario 16, sul quale occorre tanto perché possa rispondere adeguatamente agli attuali bisogni dei cittadini di Catania, Misterbianco e Motta Sant’Anastasia» «Ci aspettiamo dunque una rapida convocazione dell’amministrazione comunale – conclude Attanasio – e chiediamo al sindaco di farsi garante per un incontro urgente sull’impegno delle risorse per assicurare la fornitura di servizi essenziali per l’assistenza ai più deboli e tutelare la dignità dei lavoratori coinvolti»

Michele Milazzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: