Come gestire il mancato ricevimento della fattura elettronica


Con l’introduzione della  fattura elettronica a partire dal  1° gennaio 2019, il documento valido fiscalmente è il documento in formato xml ricevuto tramite il Sistema di Interscambio. La sola  fattura “cartacea” non ha rilevanza e non dà diritto alla detrazione Iva. Ma cosa succede  se la fattura elettronica non arriva?

Il  cessionario o  committente che, nell’esercizio di imprese, arti o professioni,  acquista beni o servizi senza che sia stata emessa fattura nei termini di legge o con emissione di  fattura irregolare da parte dell’altro contraente, è punito in base all’ articolo 6, comma 8, D.Lgs. 471/1997salva la responsabilità del cedente o del commissionario, con  sanzione amministrativa pari al  100% dell’imposta, con un  minimo di euro 250, sempreché non provveda a  regolarizzare l’operazione con le seguenti modalità:

a) se non ha ricevuto la fattura  entro quattro mesi dalla data di effettuazione dell’operazionepresentando all’ufficio competente nei suoi confronti,  previo pagamento dell’impostaentro il trentesimo giorno successivo, un documento in duplice esemplare dal quale risultino le indicazioni prescritte dall’ articolo 21 D.P.R. 633/1972, relativo alla fatturazione delle operazioni;

b) se ha ricevuto una  fattura irregolare, presentando all’ufficio indicato nella  a), entro il  trentesimo giorno successivo a quello della sua registrazione, un  documento integrativo in duplice esemplare recante le indicazioni medesime,  previo versamento della maggior imposta eventualmente dovuta.

Ai fini della regolarizzazione occorre pertanto  conteggiare il trascorrere dei quattro mesi dalla data di effettuazione dell’operazione senza che sia stata emessa la fattura elettronica di acquisto. Come noto, la data di effettuazione delle operazioni nazionali, ai fini Iva, coincide con la  data di pagamento per le  prestazioni di servizi oppure con la data di  consegna o spedizione per le  cessioni di beni (o anche in questo caso con la data di pagamento se anticipata rispetto alla consegna o spedizione).

Per non incorrere nella sanzione pari al 100% dell’Iva, il cessionario  entro i trenta giorni successivi alla scadenza dei  4 mesi dall’effettuazione dell’operazione senza che sia arrivata la fattura, deve:

• versare l’Iva con il modello F24 utilizzando il codice tributo “9399 – regolarizzazione operazioni soggette ad Iva in caso di mancata o irregolare fatturazione – Articolo 6, comma 8, D.Lgs. n. 471/1997” (istituito con risoluzione 69/E/2000);

• inviare un documento con i dati della fattura all’ufficio competente. A tal proposito nella fatturazione elettronica è previsto il codice Tipo documento pari a TD20 – Autofattura, da utilizzare in caso di emissione dell’autofattura per regolarizzazione della fattura non ricevuta;

• registrare il documento solo nel registro Iva acquisti al fine di esercitare la detrazione Iva.

Se, ad esempio, è stato effettuato un acquisto di beni consegnati in  data 2 gennaio 2019 del valore imponibile di 1.000 euro e, alla data del 2 maggio, non è stata ancora ricevuta la fattura elettronica, il cessionario dovrà regolarizzare l’operazione per non incorrere in sanzione  entro il 1° giugno.

Tale  regolarizzazione richiede il versamento dell’Iva  per 220 euro con il codice tributo 9399, l’invio al SdI della fattura con  tipo documento TD20 e la  registrazione del documento nel registro Iva acquisti per esercitare la detrazione Iva secondo le regole ordinarie. ( Fonte Euroconference ).

Dott. Commercialista Guglielmino Marcello Santi Informa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: