Belpasso si prega davanti ai reliquiari di S. Lucia per il maltempo


A Belpasso si rinnova la richiesta di protezione delle comunità locali a S. Lucia e, in questi giorni di sofferenza per l’acqua alta ed i danni che ha provocato il maltempo nella città della laguna e in altre città, da parte delle comunità isolane che venerano Santa Lucia in Sicilia, si eleva una preghiera anche per la comunità di Venezia, che conserva il corpo della Vergine e Martire siracusana, e per tutte le popolazioni in difficoltà. «Ho avuto modo di sentire il Patriarca di Venezia per manifestare la nostra vicinanza spirituale  e  raccomandare la città alla protezione di S. Lucia affinché abbia giorni di maggiore serenità». Con queste parole Mons. Salvatore Pappalardo, arcivescovo di Siracusa, ha voluto unire idealmente le terre di Sicilia e la città di Venezia, che

insieme condividono  la devozione per S. Lucia, nel corso del raduno di preghiera che si è svolto nella chiesa Madre di Belpasso, a  cui hanno partecipato i diversi circoli cittadini di Santa Lucia della Sicilia. «Nel Credo – ha detto Mons. Pappalardo – professiamo la comunione dei Santi e i Santi continuano a farci sperimentare questa comunione. Da Belpasso vogliamo celebrare Santa Lucia che ha segnato la storia della nostra terra di Sicilia e che riscuote tanta devozione. La devozione va tradotta nel desidero di vivere con pienezza la nostra fede così come ha testimoniato questa martire».

mi.mi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: