L’ISTITUTO LIVIO TEMPESTA, PONTE TRA IL CITTADINO E IL TERRITORIO CON LO SCREENING PREVENTIVO PER LE FAMIGLIE


All’Istituto Comprensivo Livio Tempesta di Catania, sono state dedicate tre giornate all’insegna della prevenzione medica rivolta alle famiglie degli alunni.

I ragazzi sono stati portavoce del progetto “Io mi voglio voler bene”, promosso dall’ufficio di Educazione alla Salute dell’ASP 3 di Catania. Con grande successo hanno coinvolto i propri genitori all’azione di screening preventivo.

Infatti, attraverso “l’ufficio mobile” posto all’interno dei Plessi scolastici, le famiglie hanno potuto fissare appuntamenti con i medici a prenotare delle visite specialistiche, totalmente gratuite e con tempi di accesso rapidi.

L’ indagine riguarda la prevenzione di tumori al colon- retto ,per i soggetti di età compresa tra i 50 e i 70 anni, di tumori al collo dell’utero, per donne dai 24 e i 64 anni, tumore alla mammella, dai 60 ai 69 anni.

Inoltre è stata spiegata l’importanza dei vaccini, soprattutto del papilloma virus in età adolescenziale, sia per le ragazzine che per i maschietti. Occorre prendere le distanze dalle false associazioni dei vaccini a sindromi non connesse.

Il progetto è mirato anche alla continuità della medicina scolastica presso le Dietiste dei due P.T.A e alla Rete Civica della Salute.

La Dirigente Scolastica Biagia Grassia e la referente scolastica alla salute prof.ssa Maria Grazia Bonaccorsi, hanno fortemente voluto questo progetto, affinché territorio e cittadino potessero trovare un punto d’incontro attraverso i ragazzi, per far si che la prevenzione diventi uno stile di vita sano e un grande segno di civiltà.

Con grande partecipazione, i genitori hanno avuto modo di chiarire i loro dubbi, rivolgendo domande specifiche allo staff medico di alta professionalità. Un modo, questo, per uscire dai cattivi pregiudizi sulla sanità pubblica, oggi sempre più protesa al sistema di prevenzione e di informazione. Una presa di coscienza per il cittadino ed una perequazione del territorio, che non lascia spazio a differenze culturali e sociali.

Agli incontri hanno preso parte la Dott.ssa Gabriella Barrica, pedagogista Uff. Prevenzione e Salute Asp 3 Ct, Dott.ssa Giuseppina Spampinato, Responsabile U.O. Screening ginecologico, Dott.ssa Anna Maria Rumeo , Responsabile U.O. Screening colon- retto e Dott. Mauro La Rosa Responsabile U.O. Screening mammografia.

Valeria Barbagallo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: