STRINGILA, LA MIA MANO


Rubrica UN MARE DI PAROLE

a cura di Roberta Mezzabarba

STRINGILA, LA MIA MANO

Stringila, la mia mano

fammi sentire che ci sei

anche a strattoni,

non lasciarla mai.

Stringila, la mia vita

Fammi sentire che ci sei

anche a morsi,

non lasciarmi mai.

Quando le primavere

saranno troppe per esser contate.

Quando ginocchia e gomiti

scricchioleranno, antichi.

Se il mal di vivere

non ci avrà portato via con sé.

Se nelle ombre

ritroveremo i nostri visi bambini.

Stringila, la mia mano.

Fammi sentire che ci sei.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: