Imparando a nuotare


(Le riflessioni di Martina Calcagno)

Forse fino ad ora il rimanere a galla nel mare della vita è stato dovuto al continuo e frenetico movimento… ma quanti di noi hanno davvero imparato a godersi una nuotata, libera, serena,  tra le onde del quotidiano vivere?!

Così  poi all’improvviso, Dio ha deciso, come hai tempi di Noè di chiuderci in una nave, e tenerci lì per un po’ di tempo.

Per punirci? No! E per cosa allora?

Per insegnarci i segreti del mare…. per insegnarci che le grandi onde della vita  non vanno prese di petto, ma vanno capite, affinché possiamo, come dei surfisti usarle e starci sopra…

Ci ha chiuso dentro per un po’ di giorni, per farci capire che non dobbiamo restare a galla e sopravvivere cercando di respirare quando possiamo, ma di imparare a nuotare davvero tra le acque dell’esistenza.

La porta di quella nave sta per aprirsi e adesso è tempo di mettere in pratica ogni cosa…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: