TURISMO DI MASSA? NO, VIAGGIARE SOSTENIBILE E’ POSSIBILE


Pensereste mai che viaggiare sia nocivo per il nostro pianeta?  Eppure ciò che rende sereni, spensierati, gioiosi, in realtà rappresenta una minaccia per la Terra. 

Oggi il turismo, lo sappiamo bene, non è più quello elitario che coinvolgeva le fasce di popolazione più ricche fino allaprima metà del 900, ma a causa della diffusione di urbanizzazione e industrializzazione esso interessa persino i ceti medi e popolari che vedono un rapido incremento dei voli low cost e di quei pacchetti e servizi turistici che permettono di viaggiare spendendo poco. Il turismo in tal senso assume le caratteristiche del cosiddetto fenomeno di massa che vede turisti, spesso irresponsabili, affollare paradisi puri e invadere luoghi senza alcun rispetto dei territori, lasciando traccia, talvolta indelebile, del loro passaggio. Così, luoghi dapprima incontaminati, oggi subiscono l’onda d’urto di un turismo selvaggio, irrispettoso della sacralità naturalistica e paesaggistica, violata da viaggiatori poco preoccupati di preservare riserve, paesaggi, città, ma ormai interessatiprincipalmente allo scatto mozzafiato o al selfie “acchiappa like”.

Tale situazione allarmante fa emergere la necessità, negli ultimi anni, di responsabilizzare i turisti, ed è così che al turismo di massa si contrappone il turismo sostenibile.

Questa tipologia di viaggio viene definita già nel 1988 dall’Organizzazione mondiale del turismo, che così la interpreta: “Le attività turistiche sono sostenibili quando si sviluppano in modo tale da mantenersi vitali in un’area turistica per un tempo illimitato, non alterano l’ambiente (naturale, sociale ed artistico) e non ostacolano o inibiscono lo sviluppo di altre attività sociali ed economiche”.L’obiettivo, dunque, è quello di favorire la miglior convivenza possibile tra l’uomo e l’ambiente circostante.  

Oggi, molte comunità locali, piccoli borghi o addirittura intere regioni vedono il turismo come la primaria fonte di guadagno. Perché far pagare loro il caro prezzo del nostro passaggio? Le regioni ospitanti devono diventare beneficiarie e non vittime dello sviluppo turistico, devono accrescere le loro opportunità future e non dover vedere deturpate le bellezze paesaggistiche. 

Le ragioni del turismo sostenibile nascono proprio da questi interrogativi con l’obiettivo di rendere i viaggiatori responsabili, proteggere l’ambiente, le popolazioni locali e il loro benessere.

Sebbene ai turisti si richieda più responsabilità e senso civico, talvolta le autorità locali peccano nella definizione dipolitiche di sviluppo sostenibile concrete e nellapianificazione e gestione del territorio per renderlocompatibile con la tutela del patrimonio paesaggistico. Gli amministratori delle località turistiche dovrebbero porsi come obiettivo primario, quindi, la crescita delle comunità locali attraverso il coinvolgimento e la partecipazione di tutti i portatori di interesse.

La speranza è quella di credere ad un futuro idilliaco dove vi siano strutture eco sostenibili che incentrino le proprie attività verso il risparmio energetico, la raccolta differenziata. Dove vi siano amministrazioni che propongono soluzioni alternative ai mezzi di trasporto privato e si concentrino sulla salvaguardia dell’attività turistica. Dove vi siano turisti responsabili che privilegino negozi a conduzione familiare, che consumino principalmente cibo con ingredienti prodotti in loco, che svolgano attività non nocive per l’ambiente.

La sostenibilità di un viaggio, quindi, è data principalmente dalla collaborazione, da quell’intesa che viene a crearsi tra chi viaggia e chi ospita, in un continuo scambio reciproco di interessi e soluzioni. 

Valeria Buremi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: