Buon compleanno Acicastello Informa


“Acicastello Informa” compie dieci anni e mi sento anche io parte integrante di questo compleanno che ho il grande piacere di celebrare e festeggiare. 

Ho cominciato a muovere i primi passi della scrittura proprio in questa testata giornalistica sei anni fa; il mio primo articolo, infatti, è stato pubblicato il 17 gennaio del 2015 ed è stata un’emozione che difficilmente dimenticherò. 

Così scrivevo:

“Educo quindi amo! Sin da bambina sapevo cosa volevo fare nella vita: il mio posto nel mondo era tra banchi, lavagne, libri e colori. Il luogo più bello dopo la  mia casa per me è la MIA scuola.

L’ho pensato a 3 anni all’ingresso alla scuola materna e ne ho avuta profonda certezza a 23 quando per la prima volta delle piccole creature mi hanno chiamata “maestra”! Indescrivibile l’emozione provata, è come se si riuscisse ad abbracciare l’universo in tutta la sua meraviglia, come se si raccogliesse tutto lo stupore del mondo tra le mani.

Una maestra crede sempre nel bello, nel vero e nel buono e ha la certezza che il mondo possa cambiare e diventare migliore proprio perchè vive a contatto con i bambini! E da quando, per la prima volta, chiamai “maestra” la signora Letizia, la mia insegnante di scuola materna alla Nazario Sauro (Catania), la mia vita ha scelto un progetto che non avrà mai fine. Diploma magistrale, laurea in scienze dell’educazione, master in pari opportunità e tanto altro ancora, perché se ami questo lavoro non puoi mai smettere di studiare, leggere, aggiornarti, imparare, metterti in discussione, evolverti. Insomma un continuo divenire! Due, i miei “alberi maestri” in questa avventura di vita: Maria Montessori col suo matrimonio d’amore tra libertà ed educazione e San Giovanni Bosco col suo sposalizio passionale tra educazione e <<cuore>>.

Questa è la maestra Giusi. Vi terrò compagnia ogni sabato scrivendo di pedagogia, la scienza dell’educazione per eccellenza che contiene il bello di tutte le altre scienze. Un pò‘ come una scuola con un teatro e un giardino contiene tutto il bello della vita”.

Per me questo giornale digitale ha rappresentato e rappresenta molto.

È stata una vetrina, una pratica puntuale e disciplinata che ha dato voce ai miei pensieri e alle mie riflessioni e che mi ha permesso di ottenere il tesserino come giornalista pubblicista. 

Ma, soprattutto, mi ha resa consapevole di quello che per me rappresenta la scrittura. 

Raccontare la propria storia, sia che si tratti di un capolavoro autobiografico sia di un tema scolastico sia di un post su un social, vuol dire intraprendere un viaggio imprevedibile che ci “matura” umanamente e intellettualmente. Perché scrivo? Per essere capita, per svelare, per lasciare in eredità qualcosa che a voce non so, posso o voglio dire.  Ogni mio articolo é il racconto di una vita vissuta. Ritengo che testimoniare la propria vicenda umana, rievocare il passato, esporsi al giudizio degli altri costituiscano un evento educativo unico. Scrivere mi obbliga a riflettere, a leggere, ad osservare il mondo, ad ascoltare le opinioni degli altri, a interrogarmi su ciò che faccio e ciò che potrei fare, a consapevolizzare determinate esperienze, ad essere curiosa, a suscitare curiosità. Ho capito più di ogni altra cosa che “l’arte del raccontarsi” va stimolata in crescendo con la voce, con il corpo, con la penna, con la matita, con la tastiera, con la poesia, con il taccuino, con le immagini, con il racconto degli altri. La libertà di parola è libertà di stampa, è libertà di scrittura. Scrivere é libertà.

Grazie “Acicastello Informa”.

Giusi Lo Bianco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: