Dicotomie, grande successo a San Gregorio


SAN GREGORIO – Grande successo per lo spettacolo “Dicotomie” di Alice Sgroi e Roberta Amato.

Un nutrito pubblico ha seguito la performance delle due attrici poliedriche e carismatiche autrici dell`opera. Ad aprire la serata l’assessora alla Cultura e Pari opportunità, Giusi Lo Bianco, che ha promosso la kermesse e che ha ricordato le numerose iniziative dell’assessorato alle Pari opportunità del comune sangregorese che continuano da sette anni come i corsi di operatrice antiviolenza e l’apertura di un apposito sportello in sinergia con l’Associazione Galatea. Dal 12 giugno, inoltre, con lo spettacolo “Non chiamatelo amore” e ora con “Dicotomie” si parla di Pari opportunità anche attraverso lo spettacolo e il teatro.

Intervento anche della vicepresidente del consiglio comunale, Graziella Ferro, che ha portato i saluti dell`Amministrazione e ha illustrato il ricco carnet di appuntamenti del programma “Estate sangregorese 2021”. Prima di iniziare lo spettacolo ancora altri due interventi da parte di due rappresentanti di Galatea: quello della dott.ssa Rita Fondacaro e quello dell’avvocatessa Maria Teresa Tricomi, consigliera comunale,  che hanno illustrato le attività dell’ Associazione e dello Sportello  presente a San Gregorio, sempre su iniziativa della dottoressa Lo Bianco, dal 2014 dopo il primo corso per operatrici antiviolenza. 

«Amo valorizzare i talenti giovanili e comunque tutti coloro che per la loro bravura meritano maggiore visibilità – ha specificato la dott.ssa Lo Bianco –. Lo spettacolo di stasera ha fatto ridere e commuovere affrontando tutte le tematiche del mondo muliebre».

«“Dicotomie” è andato benissimo – ha sottolineato Alice Sgroi – perché c’era pubblico, tanto pubblico. Nemmeno una sedia vuota. “Un giorno tutto questo dolore ci sarà utile” scriveva qualcuno, e aveva ragione – cita l`attrice facendo riferimento alla pandemia -. Questo periodo di privazioni, di isolamento, di introspezione ci è stato utile. Tanto pubblico a teatro non si vedeva da anni».

«Abbiamo voluto concludere Dicotomie con “Non c`è niente che sia per sempre” – ha chiosato Roberta Amato – perché la capacità di cambiamento è la nostra forza e la nostra unica speranza. Grazie a voi – ha concluso – che continuate ad alimentarla».

A conclusione dello spettacolo, così come è stato fatto per tutti gli artisti che si sono esibiti sino ad oggi, è stata consegnata alle attrici una copia del libro “San Gregorio di Catania nella storia e nella memoria” «per sigillare – ha detto l’assessore Lo Bianco – questa amicizia tra le due attrici e la cittadina sangregorese».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: