GIOVANI ED ECONOMIA A CONFRONTO: POCHE ASPETTATIVE PER IL FUTURO


Si parla tanto di occupazione giovanile, di aiutare la generazione dei venti-trentenni a trovare un lavoro, ma soprattutto a rimanerci, magari firmando un contratto a tempo indeterminato. In realtà, esistono numerose sfide che non permettono ai giovani di oggi di poter costruire un solido futuro.

Sicuramente, il problema principale è quello economico, in quanto esistono ostacoli e divari che non permettono di poter consolidare la carriera di ogni singolo giovane.

In questo secolo definito “millennial”, i giovani riescono con fatica a trovare un lavoro stabile, comprare una macchina o una prima casa. Si tratta di una realtà comune che, specialmente in Italia, diventa ancora più preoccupante. I nati dopo il 1986 sono una delle generazioni più povere della storia e guadagnano molto meno rispetto ai loro predecessori nati tra il 1946 e il 1965.

Una situazione drammatica se si esclude la pandemia da Covid-19: Sebbene il Covid abbia peggiorato le condizioni lavorative dei giovani, il problema esisteva già da prima.

Basta solo mettere le due generazioni a confronto: negli anni Settanta, i laureati auspicavano un salario maggiore rispetto ai laureati di oggi ed esisteva il divario fra questi e i diplomati. Oggi il divario è molto ristretto, visto che i neo laureati percepiscono ancora di meno; in più oggi chi possiede la laurea è retribuito solo il 2,3% in più rispetto ad un diplomato.

In merito alla situazione economica, in un rapporto Istat si legge che, negli ultimi anni, 355mila giovani (25-34 anni) si sono trasferiti all’estero sia con un alto che con un basso livello d’istruzione. Solo il 2-3% resta in Italia.

Analoga la costruzione di una famiglia: negli anni ’90 era più facile creare una famiglia numerosa, mentre adesso risulta anche difficile gestire la vita di una famiglia con un solo bambino.

I numeri sono alti e non consentono agli italiani una stabilità che non è costituita solo dall’economia, ma rientrano anche fattori culturali e sociali che inglobano un’intera nazione.

Giulia Manciagli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: