Tra la didattica a distanza al lavoro: le prospettive di vita dei giovani italiani


Con l’inizio dell’anno nuovo, si aprono nuovi orizzonti e prospettive verso il futuro. Si dimentica l’anno passato, soprattutto se un anno particolare come il 2021, e si prova a cambiare con l’obiettivo di realizzare qualcosa di concreto.

La situazione pandemica ancora non ha finito di colpire: tra le categorie più sofferenti di quest’ultimo anno, c’è la generazione Z. Si tratta di ragazzi e ragazze, di età compresa fra i 13 e 24 anni, che devono confrontarsi con tanti ostacoli, dalla didattica a distanza alla mancanza di rapporti stretti con i propri cari.

Ormai da due anni le scuole vengono chiuse e gli alunni seguono le lezioni a casa. Avendo lezioni ed interrogazioni a distanza, gli studenti copiano nelle prove scritte e leggonogli argomenti dei libri, pensando così di ottenere voti alti più facilmente.

Uno studio riportato dall’OCSE (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) indica che gli studenti italiani hanno perso il 45% dei giorni scolastici in presenza, vale a dire 90 giorni.

Le stime indicano una perdita profonda ed equivalente a 7 mesi di didattica, con conseguente aumento del 25% di studenti con competenze scolastiche al minimo della loro competenze. I dati riportati mostrano che, specialmente dai 18 ai 24 anni, un italiano su quattro non studia e non lavora.

Piuttosto che studiare, la maggior parte preferirebbe lavorare, ma che sia un impiego redditizio, per cui non sia necessario arrivare a fare più lavori insieme per sostenere le spese fino a fine mese. Si ritiene che anche la carriera universitaria sia superficiale perché è meglio fare esperienza concrete.

In fin dei conti, l’esperienza lavorativa costituisce sempre il tratto caratterizzante di ogni individuo, ma nella maggior parte dei casi, è richiesta una buona istruzione. La soluzione non può essere letta nella didattica a distanza, ma verso un ritorno alla normalità che sia sicuro per tutti.

Giulia Manciagli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: