Fronte Russia-Ucraina: Salvatore, il siciliano di Mykolaiv


Si chiama Salvatore Barone, di origini siciliane, si era trasferito a Catania quando aveva 14 anni e ormai vive da 17 anni in Ucraina nella città di Mykolaiv. Sposato con due figli ha raccontato delle terribili esperienze vissute durante il bombardamento della città ucraina. 

Mykolaiv era il cantiere navale degli zar, fondato dal principe Grigorij Aleksandrovič Potëmkin. La città operaia, tra i palazzoni sovietici e i docks, nascosti nell’ansa del fiume Bug. I tank di Putin sono a est verso Kherson, a 40 chilometri, respinti dai perimetri minati. Ma ora si muovono verso nord, cercano di aggirare la città e raggiungere Odessa. 

“Una notte senza chiudere occhio”, quella descritta da Barone alla testata Adnkronos, “una notte di bombardamenti continui, di missili, boati fortissimi” con l’indecisione se restare o fuggire. Intanto Salvatore è rimasto lì, nella periferia di Mykolaiv, dove lui stesso abita e tiene pronto anche un bunker di 87 metri quadri per proteggere se stesso e la famiglia. La città si presenta piena di soldati e di posti di blocco, “non ci si ferma, si continua a combattere. Sì, ci sono 46 feriti ricoverati, qualche morto, ma la città resiste”, spiega, “l’altro giorno ho trovato tre cadaveri davanti casa”. 

Dall’inizio della guerra “resto sempre in casa, con mia moglie ucraina, mia figlia di 6 anni e mio figlio di 17. Vado solo a fare la spesa”, spiega il pensionato che come molti suoi concittadini si ritrova bloccato al centro di uno dei più grandi conflitti del XXI secolo. 

Danilo De Luca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: