Teatro Greco di Siracusa, l’Inda riparte con la stagione 2022


Agamennone, Edipo Re e Ifigenia in Tauride, sono queste le tre rappresentazioni che fanno parte della 57ª stagione del Teatro Greco di Siracusa. 

“Una stagione di grande qualità, in linea con quanto fatto nei decenni passati. L’Inda è riuscita a garantire gli spettacoli pur in condizioni difficili nel deserto della pandemia e sono contento si possa ripartire con la capienza piena”. ( fonte ANSA ) Queste le parole del ministro della Cultura, Dario Franceschini, che da Roma si è collegato per la presentazione della nuova stagione presso i locali di Palazzo Greco a Siracusa. Presenti in loco il sindaco Francesco Italia e il sovrintendente dell’Inda, Antonio Calbi, che ha messo in moto un programma da 6 milioni di budget. 

Dal 17 Maggio ad aprire la nuova stagione sarà “Agamennone” di Eschilo ( prima parte della trilogia dell’Orestea ) per la regia di David Livermore e traduzione di Walter Lapini, con Sax Nicosia nei panni di Agamennone e Laura Marinoni in Clitennestra. A seguire, dal 18 Maggio “Edipo Re” di Sofocle, con l’esordio alla regia di Robert Carsen. Edipo sarà interpretato da Giuseppe Sartori, mentre Giocasta sarà Maddalena Crippa. Dal 17 Giugno,invece, debutterà al Teatro Greco di Siracusa Jacopo Gassman con “Ifigenia in Tauride”, la pièce per la traduzione di Giorgio Ieranòvede come interpreti: Anna Della Rossa nel ruolo di Ifigenia e Ivan Alovisio come Oreste. Il 6 luglio andrà in scena una replica di “Coefore- Eumenidi” di Eschilo e il 9 luglio la trilogia completa dell’Orestea di Eschilo con la regia dello stessoLivermore, co-prodotta dall’Inda e dal Teatro nazionale di Genova. La Fondazione Inda regalerà al proprio pubblico una maratona dedicata al teatro e alla cultura con la messa in scena, in una sola sera, uno dopo l’altro, dei tre drammi che compongono l’Orestea: “Agamennone”, “Coefore”, “Eumenidi”.

Il 20 giugno si terrà una serata speciale per la Giornata mondiale del rifugiato, i cui proventi saranno destinati ai rifugiati ucraini in Italia.

A concludere la stagione 2022 al Teatro greco, la serata del 26 luglio con la prima nazionale di “Après les Troyennes”, creazione di teatro-danza diretta dal coreografo brasiliano Claudio Bernardo, attivo da anni in Belgio, per la sua compagnia As Palavras, spettacolo di cui Inda è co-produttore insieme a teatri e festival belgi.

Danilo De Luca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: