Acitrezza, sagra del pesce spada: storia e tradizione


È giunta alla sua trentunesima edizione l’attesa sagra del pesce spada di Acitrezza. Iniziata ieri, la sagra proseguirà fino a domenica nello scalo di Alaggio, centro del borgo marinaro. Una tradizione fermata per due anni a causa della pandemia Covid-19 che quest’anno potrà ritornare a servire tranci di pesce spada cotto alla griglia, accompagnata da insalata, pane, bevande fresche e vino bianco dell’Etna, oltre al classico sorbetto al limone.

L’inizio della manifestazione culinaria precede e anticipa i festeggiamenti in onore di San Giovanni Battista, patrono di Acitrezza, celebrato il 24 e il 25 giugno. La sagra offre anche l’opportunità ai residenti e ai turisti di ammirare il borgo dei pescatori.

Difatti, il pesce spada rappresenta il prodotto simbolo del paese, pescato e venduto in tutta la Sicilia. Originariamente, intorno al 1960, la sagra era chiamata “Il padellone” e rappresentava la festa del pesce fritto cucinato in una padella grandissima. Più avanti, negli anni ’80, è diventata una delle manifestazioni gastronomiche e folkloristiche più seguite in tutta la Sicilia.

Oltre all’arte culinaria, l’evento sarà accompagnato da una zona mercatino dove saranno esposti prodotti tipici locali e di artigianato, curato dall’associazione “Nuovi eventi”. L’evento, in generale, è come sempre organizzato dalle Commissioni festeggiamenti San Giovanni Battista e Madonna della Buona Nuova, della Confraternita San Giovanni Battista, con il patrocinio dell’Amministrazione comune di Acicastello.

“Non vedevamo l’ora di ricominciare dopo aver superato questo periodo davvero difficile”, hanno dichiarato gli organizzatori dell’evento. Per questo ci siamo impegnati, con sempre più entusiasmo e passione, a riproporre la formula vincente che è stata apprezzata nel tempo dai tanti visitatori che sono venuti a degustare il nostro pesce spada. Aspettiamo quindi a braccia aperte i numerosi amici della Sagra, gli appassionati di quest’evento, i turisti che in questi giorni si trovano nella nostra meravigliosa zona e tutti coloro che insieme a noi vogliono condividere questa grande festa all’insegna della buona cucina.”

Giulia Manciagli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: