Catania. La città più pericolosa d’Italia


Lo ha dichiarato la deputata regionale M5S Jose Marano, in merito ai risultati dell’indagine Numbeo che ha visto la città di Catania quarta in Europa per pericolosità criminale percepita. Il sondaggio durato tre anni,  a cui hanno partecipato 119.488 italiani di cui solo 6.807 di Catania, ha previsto domande inerenti alla paura di avere effrazioni o furti in casa, paura di essere derubato sia di giorno che di notte o che venga danneggiata l’auto. Altri timori riguardano la paura di essere insultati o di divenire vittime di aggressioni.

Considerando la classifica mondiale, al primo posto come città meno sicura per indice di criminalità troviamo Caracas ( Venezula) a cui seguono, Pretoria ( Sudafrica) e Celaya ( Messico ). In Europa invece la città più pericolosa, secondo il sondaggio, risulta Bradford ( Regno Unito ), al secondo posto troviamo la città di Coventry ( Regno Unito ), segue Nantes ( Francia ), quindi Catania. Un’altra italiana la si può trovare all’ottavo posto ed è Napoli, mentre Roma è al 22esimo posto fino a Palermo in posizione 49esima. 

Secondo i dati Numbeo, nel mondo la città percepita come più sicura è invece Abu Dhabi (Emirati Arabi Uniti), mentre in Europa è San Sebastian ( Spagna ), la prima italiana è Trieste al 29esimo posto, subito dopo troviamo Cagliari al 74esimo posto. 

Dunque, il dubbio risulta intuitivo: Qual è il reale stato di sicurezza, quello percepito nel sondaggio o quello effettivo ? Il tema della domanda sarà al centro di un prossimo incontro in Prefettura, nel frattempo il segretario provinciale SIAP ( Sindacato italiano appartenenti polizia ) precisa che:

“Tra denunce ricevute e attività poste in essere siamo una tra le città più sicure. Bisogna distinguere tra reati denunciati e sicurezza garantita e la sensazione di insicurezza che il cittadino può percepire e derivare da una città sporca, male illuminata, con i venditori ambulanti abusivi, i lavavetri e i senzatetto che dormono per strada, ai quali quando la città dorme spesso portiamo la colazione. Incide la scarsa presenza di vigili urbani, perché il Corpo è stato ridotto all’osso e non si è investito su questo, e sono coloro che intervengono su specifici casi come la viabilità, l’ambiente e il commercio.”

Danilo De Luca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: