Black Friday


Da qualche anno, il mese di novembre ha cambiato le abitudini di tutti i consumatori con il “Black Friday”. Da un’usanza nata negli Stati Uniti, questa giornata ha raggiunto quasi subito l’Italia, tanto che il cosiddetto “venerdì nero” rappresenta una giornata dedicata allo shopping, per cui negozi online e fisici applicano diversi sconti sui loro prodotti. La giornata corrisponde all’ultimo venerdì del mese di novembre e ciascun negozio applica degli sconti fuori dai periodi prestabiliti di gennaio e luglio; difatti, essi segnano l’inizio dello shopping invernale e, di conseguenza, quello natalizio.

Se, in un primo momento, la scontistica applicata veniva fissata per un solo giorno, adesso, lo shopping e gli sconti si sono protratti per tutta l’ultima settimana di novembre o addirittura anche per tutto il mese, per poi concludersi con il “Cyber Monday”, il lunedì successivo al “Black Friday” che applica gli sconti sui prodotti tecnologici. Dunque, si è assistito ad un passaggio dal “Black Friday” al “Black November”, la cui influenza ha cambiato le usanze e i modi di acquistare in tutto il territorio.

Non più solo un giorno di shopping, bensì tutto il mese: questo cambiamento ha portato ad una fonte di guadagno annuale per tutti i venditori di negozi sia fisici che online. La scontistica applicata ha permesso e, tutt’ora, permette di comprare vestiti, accessori di moda, di telefonia e di ogni genere anticipando le spese natalizie. 

A tal proposito, tutti i consumatori ne approfittando di questo periodo per iniziare a comprare i primi regali di Natale con un mese di anticipo. Una tendenza che, sicuramente, è cambiato rispetto al passato, perché prima di Natale non erano previsti sconti. Il “Black November” è sicuramente un periodo d’oro per gli amanti dello shopping che potranno approfittare intere settimane di sconti e offerte quasi imperdibili. Il “BlackNovember” ha sviluppato un comportamento che ha spinto i negozianti a concentrarsi su strategie comunicative pensate per i clienti e le loro preferenze di acquisto.

Gli imprenditori e i negozianti gestiscono due target diversi di clienti: da un lato, i webroomers, coloro che raccolgono informazioni su Internet, per confrontare prezzi e approfondire le opinioni degli altri prima di comprare in un negozio fisico;dall’altro lato, gli online shopper, coloro che fanno acquisti online.Ambedue le tipologie di clienti tendono ad di informarsi online sui prodotti prima dell’acquisto. 

Giulia Manciagli

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: