L’ASSENZA


Rubrica UN MARE DI PAROLE a cura di Roberta Mezzabarba L’ASSENZA Ho consumato di sguardi un vetro senza alcun riflesso, prima di capire che t’amavo e che vivevo solo in te. Restai sola, poi, imprigionata in una goccia di pioggia, nell’attesa lunga di un tuo ritorno. L’assenza dona sale, a volte, e conosce e riconosce desideri celati ai più.

IO SCELGO TE


Rubrica UN MARE DI PAROLE a cura di Roberta Mezzabarba IO SCELGO TE Nel chiasso di tutti i giorni e nel silenzio che riempie il petto io ho scelto te. Nel buio dell’anima  e nello splendore degli occhi tuoi,io ho scelto te. Nell’angoscia delle notti solitarie  e nell’incanto di ogni aurora,io ho scelto te. Nella bonaccia  e nella bufera,nell’arsura che offusca la volontà,io ho scelto te.... Continue Reading →

BARRICATI


Rubrica UN MARE DI PAROLE a cura di Roberta Mezzabarba BARRICATI Barricati  dietro le nostre anime, pieni di paure, quando un’opportunità  bussa alla nostra porta troppe le manovre  per affacciarci all’uscio  e solennemente chieder “Chi è?” Toglier la catena, tirar indietro la spranga, aprir le tre serrature con le loro quattro mandate, tacer sirene… Troppo il tempo per liberar l’adito... Continue Reading →

ALLORA RESTO


Rubrica UN MARE DI PAROLE A cura di Roberta Mezzabarba ALLORA RESTO Il cuore guarisce solo quando capisce e non già  quando tenta d’obliare. Dimenticare è fuggire dalla storia,  dalla mia storia. Allora resto. Resto a far da compagna  alla mia sofferenza,  per accettare con lei  il dolore di una sconfitta,  la delusione e forse un addio.... Continue Reading →

LA SECONDA META’ DELL’ARCO


Rubrica UN MARE DI PAROLE a cura di Roberta Mezzabarba LA SECONDA META’ DELL’ARCO Traiettorie di un presente arrotondato in punta, scoccato  nella seconda metà dell’arco e la stanchezza di essere giovane e vecchia mi seduce, finalmente. L’espansione frena pensieri seduttori, la scintilla ripiega volontà testarde che hanno condotto da sempre il trastullo… ed è pace.

QUESTA E’ ARTE


Rubrica UN MARE DI PAROLE A cura di Roberta Mezzabarba QUESTA E’ ARTE Arriva il guado ed ha un sapore irreale, un gioco di ombre cinesi. Quando la vita preme non scrive sotto metafora, ma stilla attimi crudi. Arriva il guado e allora mi dico  che potrei fare altro provare a creare dal nulla una nuova strada. Non... Continue Reading →

CONFINI


Rubrica UN  MARE DI PAROLE a cura di Roberta Mezzabarba CONFINI Sto a raccontarmi fra due mondi, in irreale quiete che pervade il centro, con l’anima a sbocciare, in nuove dimensioni espando a toccare l’infinità  dei miei confini tremuli.

IL LIMITE DEGLI OCCHI


Rubrica UN MARE DI PAROLE a cura di Roberta Mezzabarba IL LIMITE DEGLI OCCHI Qual è il limite degli occhi, da dove partono e dove arrivano? Quali nomi occulta  quel nugolo di dardi affilati che ti afferra allo specchio?  Quante vite sono contenute in fondo all’iride cerulea,  quante morti? Di quale virtù s’imporpora l’esistenza  quando sopravvivi senza amore,  quali... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: