Magma – mostra di cinema breve, giunto alla sedicesima edizione.


Ha avuto inizio ieri sera con otto cortometraggi il concorso internazionale di Magma – mostra di cinema breve, giunto alla sedicesima edizione. Tra di essi, tre le anteprime per l’Italia: Nurse Me  (Nuova Zelanda), When the days were endless (Brasile) e Elu enne Elu (Estonia 2017); un’anteprima europea Mr. Postman (Australia) e un’anteprima mondiale In Vivo (Francia).

Sono intervenuti in sala il regista francese Stéphane Grodet, che ha introdotto il corto nerrativo You’ll never walk alone, il sound designer dell’animazione svizzera Analisys Paralisys, Peter Braeker, e la danzatrice dello sperimentale neozelandese Nurse Me, Molly McDowall. Questa mattina gli schermi del Multisala Margherita, sede del festival, sono stati riservati agli studenti degli istituti scolastici superiori di Acireale, che hanno assistito a una selezione speciale di cortometraggi, con la possibilità di interagire con gli autori grazie alla traduzione simultanea.

Si continua questa sera e domani con altri 18 corti in concorso, fra cui quattro anteprime. Domani saranno assegnati il premio Lorenzo Vecchio e quello del pubblico. La giuria è composta dal regista e attore Paolo Civati, la sceneggiatrice Josella Porto e il direttore del progetto di distribuzione spagnolo Txema Muñoz.  Sul palco del festival siciliano sono attesi la regista croata Irena Jukic Pranjic,  in concorso con l’animazione Gamer Girl; Rossella Anitori e Darel Di Gregorio, rispettivamente regista e fonico/aiuto regia del documentario My Little Dhaka.

Rimane visitabile fino al 30 novembre la mostra fotografica Bene, Bis. 80 anni dalla nascita, 15 dalla scomparsa, che con 43 scatti realizzati da Gianfranco Mantegna, “ Stephan ”, Riccardo Orsini e Claudio Abate, ripercorre le stagioni cruciali della produzione del grande attore e drammaturgo Carmelo Bene, in particolare con opere come Pinocchio, Majakowsky, Faust o Margherita, Il Rosa e il Nero, Nostra Signora dei Turchi, Don Chisciotte, Arden of Feversham. La mostra – curata da Mario Serenellini in collaborazione con DinDodo (Paris) e il MAV (Museo Archeologico Virtuale) di Ercolano – si svolgerà al Palazzo di Città in piazza Duomo ad Acireale fino al 30 novembre.

Magma viene realizzato dall’Associazione culturale Scarti grazie al sostegno del Comune di Acireale e di importanti sponsor private: Pasticceria Costarelli, Ceramiche De Simone, La Bottega dei Monsù, Etna Mareneve Escursioni, Fischetti.

Annunci

Chiara Carminati ci racconta la vita di Lili Boulanger


Si corre tra le righe e si passeggia per le vie parigine con le stesse aspettative e la stessa audacia della piccola grande protagonista: Lili.

È un salto temporale che porta il lettore a conoscere la vita di Lili Boulanger, prima donna a vincere nel 1913 il Grand Prix de Rome, il riconoscimento più ambito da parte dei compositori musicali.

In un ambiente prettamente maschile si fa spazio il talento di Lili accompagnato ed educato alla beltà anche dalla benevola sorella Nadia, la più importante insegnante di composizione del secolo scorso; è un virtuoso modello che afferma come la bravura premi nonostante le avversità.

L’opera “Semplicemente Lili.  La vita di Lili Boulanger” di Chiara Carminati riesce ad avvicinare al mondo della musica anche il giovane lettore meno avvezzo, è un proselito di messaggi positivi, un chiaro omaggio al talento della compositrice francese che nonostante la malattia è riuscita a perseguire e raggiungere una meta ambita.

Questo libro potrebbe essere la miglior sorpresa, il miglior regalo da far trovare sotto l’albero di Natale perché riesce a declinare le differenti sensibilità artistiche e soprattutto perché, come rinomato, leggere significa imparare, riflettere, conoscere  storie sempre nuove. Leggere significa “vivere altre vite”, immedesimandosi, criticando e semplicemente evolvendosi. Leggere un buon libro, in questo caso una biografia, aiuta a diventare persone migliori.

 

Alessia Aleo

 

—-

Chiara Carminati: autrice di “Semplicemente Lili. La vita di Lili Boulanger” è vincitrice della prima edizione del Premio Strega Ragazzi. Nata a Udine nel 1971, Carminati si è laureata in Lettere Moderne specializzandosi in analisi del testo all’Università di Aix-en-Provence. Scrive e traduce testi e poesie per bambini ed è attivamente impegnata nella promozione della lettura.

 

Pia Valentinis: illustratrice pluripremiata con riconoscimenti prestigiosi si è diplomata all’Istituto di Arte di Udine. Il suo ultimo lavoro è Telemaco e Blob su testo di Dacia Maraini. La sua prima graphic-novel, Ferriera, è stata premiata come Miglior libro a fumetti al Premio Andersen 2015.

 

rueBallu: è una casa editrice palermitana che dal 2007 pubblica testi di letteratura musicale, inseriti in collane dedicate a biografie, didattica e narrativa anche per ragazzi, con un catalogo ricco di titoli. RueBallu Edizioni prende il nome dalla via parigina in cui si trovavano la casa della famiglia di Lili Boulanger e lo studio della sorella Nadia. Un riferimento forte a un’esperienza familiare, umana, didattica e artistica centrale nel Novecento www.rueballu.it

 

“MAGIC WORD FAIR PLAY” – Terzo meeting Erasmus alla “Federico II di Svevia”


MASCALUCIA – In occasione del terzo meeting Erasmus+KA2 – Progetto “Magic word fair play”, l’Istituto Comprensivo “Federico II di Svevia” di Massannunziata, diretto dalla dott.ssa Giuseppina Consoli, dal 14 al 18 novembre ha ospitato i coordinatori, i  partners e gli alunni stranieri del progetto “Magic word fair play” provenienti da Turchia, Grecia, Slovenia e Spagna.

In una gremitissima aula magna le delegazioni straniere sono state accolte con un concerto di musica eseguito dall’orchestra della scuola diretto dalla prof. Francesca Pappalardo.

A ricevere i rappresentanti stranieri anche il sindaco di Mascalucia, dott. Giovanni Leonardi: «Sono orgoglioso delle nostre scuole – ha commentato il primo cittadino -, su quattro istituti scolastici due istituti comprensivi sono ad indirizzo musicale, abbiamo due belle orchestre scolastiche sulle quali  il Comune punta molto. Sono lieto di accogliere questa delegazione Erasmus, dopo quella del “Marchesi”, e che la cittadina ospita.

«Ciò sta a significare – ha concluso il dott. Leonardi – l’alta qualità delle nostre scuole».

Al discorso del primo cittadino ha fatto seguito uno scambio di libri e stampe tra i delegati e il sindaco di Mascalucia.

«Il progetto analizza il problema dell’abbandono scolastico – ha spiegato la dirigente scolastica, Giuseppina Consoli – e individua nello sport la soluzione possibile poiché esso ha una valenza positiva sia sul corpo che sulla mente. Durante la loro permanenza – ha continuato la dott.ssa Consoli – l’Istituto ha organizzato concerti, balli tradizionali, lezioni ed attività di Kids Yoga, momenti laboratoriali, mostre, visite guidate e tanto altro.

«E’ un progetto al quale noi abbiamo aderito come scuola partner – ha concluso -, il coordinatore del progetto è stata la Turchia con una scuola e l’Agenzia nazionale turca».

Le prossime tappe vedranno l’Istituto mascaluciese alla volta della Slovenia ed infine della Grecia dal momento che Turchia e Spagna sono state già visitate.

 

 

                      

Alfio Patti

 

Magma 2017: i migliori corti dal mondo in concorso ad Acireale


Ventisei cortometraggi per raccontare il mondo, gioire del suo splendore, affrontarne i problemi, fotografarne i cambiamenti. Le opere in concorso a Magma – mostra di cinema breve andranno in scena dal 23 al 25 novembre 2017 ad Acireale (CT), per mostrare  il meglio della cinematografia breve prodotta a livello mondiale degli ultimi due anni. Esse provengono da U.S.A., Germania, Francia, Cina, Svizzera, Spagna, Australia, Paesi Bassi, Italia, Nuova Zelanda, Thailandia, Brasile, Bielorussia, Croazia, Polonia, Lituania, Estonia e sono state selezionate tra le 910 iscritte quest’anno da 65 paesi. Determinante la presenza spagnola (121 lavori), seguita da quella tedesca (79) e italiana (78)
Sette le anteprime per l’Italia: An American Dream (U.S.A. 2017), Nurse Me (Nuova zelanda, 2016), Diamenteurs (Francia, 2016), When the days were endless (Brasile 2016), I’ve got You (Polonia, 2016), The Forest Paper (Thailandia, 2015), Elu enne Elu (Estonia 2017); un’anteprima per l’Europa, Mr. Postman (Australia, 2016) e un’anteprima mondiale, In Vivo (Francia, 2017).
Saranno sei gli ospiti che presenteranno i loro film in sala: Peter Braeker, sound designer e voice over del corto svizzero Analisys Paralisys; Irena Jukic Pranjic, regista croata dell’animazione Gamer Girl; Rossella Anitori e Darel Di Gregorio, rispettivamente regista e fonico/aiuto regia del documentario My Little Dhaka; Molly McDowall, danzatrice dello sperimentale neozelandese Nurse Me; Stéphane Grodet, regista del narrativo francese You’ll never walk alone.
I film in concorso si contenderanno il Premio Lorenzo Vecchio (dedicato al fondatore del festival scomparso nel 2005). Ad assegnare il premio e le menzioni speciali, una giuria composta dal regista e attore Paolo Civati, la sceneggiatrice Josella Porto e il direttore del progetto di distribuzione spagnolo Txema Muñoz.
 
La manifestazione si arricchisce quest’anno con un’ulteriore sezione, che precede il concorso internazionale, dal titolo Lapilli, dedicata ai filmaker siciliani  – o che hanno realizzato i propri lavori in Sicilia – in programma il 21 e 22 novembre. Oltre a mostrare al pubblico la migliore produzione di cinema breve locale, il festival ha coinvolto gli autori siciliani in un’esperienza più ampia, volta a favorirne la crescita nell’ambito della distribuzione, grazie a un’apposita masterclass tenuta da esperti del settore.
Un focus specifico sarà dedicato a Kimuak 2017, il catalogo dei migliori cortometraggi realizzati ogni anno nei Paesi Baschi, alla presenza del direttore Txema Muñoz.
La sedicesima edizione di Magma sarà introdotta domenica 19 novembre con l’inaugurazione della mostra fotografica Bene, Bis. 80 anni dalla nascita, 15 dalla scomparsa. Con 43 scatti d’autore, realizzati da Gianfranco Mantegna, “ Stephan ”, Riccardo Orsini e Claudio Abate, vengono ripercorse le stagioni cruciali della produzione del grande attore e drammaturgo Carmelo Bene, in particolare con opere come PinocchioMajakowskyFaust o Margherita, Il Rosa e il NeroNostra Signora dei TurchiDon ChisciotteArden of Feversham. La mostra – curata da Mario Serenellini in collaborazione con DinDodo (Paris) e il MAV (Museo Archeologico Virtuale) di Ercolano – si svolgerà al Palazzo di Città in piazza Duomo ad Acireale fino al 30 novembre.
Magma viene realizzato dall’Associazione culturale Scarti grazie al sostegno del Comune di Acireale e di importanti sponsor privati: Pasticceria Costarelli, Fischetti Wine, Ceramiche De Simone, La Bottega dei Monsù, Etna Mareneve Escursioni.
Maggiori informazioni su www.magmafestival.org.

Gisella Cozzo & the SanpaSingers cantano il Natale 2017


 

Su tutte le piattaforme digitali “SANTA CLAUS IS COMING TO TOWN”

il nuovo singolo di Gisella Cozzo e i Sanpa Singers , il coro della comunità San Patrignano.

 

“Sing for life”, cantare per la vita. Non poteva avere altro nome il progetto che ha unito la cantante, song-writer  e producer italo-australiana Gisella Cozzo e i SanpaSingers, il coro della comunità San Patrignano. Insieme hanno espresso il loro amore e la loro passione per la vita registrando in studio, fra Milano, New York e Rimini, la famosissima canzone natalizia “Santa Claus Is Coming To Town”. Una canzone che va oltre il semplice significato della festa, la cui interpretazione esprime tutta la gioia per una vita ritrovata, il più bel regalo che gli stessi ragazzi della comunità si potessero fare.

 

Ad avere l’intuizione di questa collaborazione, la stessa Gisella Cozzo, venuta a conoscenza di San Patrignano dopo un incontro di prevenzione organizzato dalla comunità a Milano nella scuola di suo figlio. Da una grande curiosità nei confronti della realtà riminese, l’idea di mettere a  disposizione di San Patrignano il suo talento, quella voce con cui a 16 anni vinse il più importante talent show australiano per poi approdare in Italia, la terra dei suoi genitori, dove si è consacrata, registrando ben otto album e diventando la voce di alcuni celebri spot, fra cui quello della Coppa del nonno, canzone di cui è anche autrice.

 

In comunità Gisella scopre i SanpaSingers, il coro di San Patrignano, esistente da 20 anni che conta 21 componenti, 13 ragazze e 8 ragazzi, guidati dal maestro Marco Galli. Il canto è per loro uno strumento di crescita personale, di confronto, un modo per fare gruppo e per imparare a mettersi a disposizione degli altri.

 

Gisella e i SanpaSingers hanno quindi scelto insieme di incidere un brano natalizio, festività particolarmente sentita a San Patrignano, quando la grande famiglia della comunità si ritrova tutta assieme e quando si aprono le porte della realtà a chiunque abbia bisogno di aiuto. “Ho trovato un luogo che come me dà grande importanza al valore della famiglia – spiega Gisella – Allo stesso tempo abbiamo pensato ad un brano che fosse corale e che fosse davvero gioioso. Una canzone che trasmettesse la stessa gioia di vivere che ho respirato la prima volta che sono venuta in comunità”.

 

“Per i ragazzi è stata un’esperienza unica – spiega Azzurra, una delle responsabili dei SanpaSingers – Per loro è già stupendo ritrovarsi ogni settimana per cantare assieme al maestro, ma è stato incredibile lavorare in una vera e propria sala di registrazione e al fianco di una cantante come Gisella. Assieme a lei i ragazzi si sono superati e hanno provato ancora una volta in comunità la soddisfazione di realizzare un prodotto dall’inizio alla fine. Un ragazzo ha detto a Gisella: “Mi sono sentito davvero una stella”. Ecco, la cosa più bella è che finalmente ha scoperto anche lui di avere un talento”.

 

Il singolo è disponibile presso tutti i più importanti digital store worldwide e il ricavato andrà a sostegno delle attività culturali del polo artistico della Comunità.

 

Ecco un’anticipazione-teaser del nuovo video su Youtube: Link https://www.youtube.com/watch?v=ZQcy8B-_1Ko

Il singolo di Gisella Cozzo & the SanpaSingers  “Santa Claus Is Coming To Town” è acquistabile qui: iTunesAmazonSpotify

In Italia trovata la cura per sconfiggere il diabete nei topi


Attractive young scientist and her post doctoral supervisor working on a project in the forensic laboratory.

Il team formato da ricercatori del Centro di Ricerca Pediatrico Romeo ed Enrica Invernizzi dell’Università di Milano, in collaborazione con il Boston Children’s Hospital e la Harvard Medical School, ha trovato una cura che annienta il diabete di tipo 1 nei topi.

Una scoperta in ambito scientifico che segna un grande passo in avanti verso il miglioramento della salute pubblica.

 

Il diabete mellito di tipo 1 è una malattia autoimmune nella quale l’organismo distrugge le cellule beta del pancreas che producono l’insulina.

I ricercatori hanno somministrato ai topi cellule staminali umane, modificate prima in laboratorio, che sono state in grado di modificare il sistema immunitario del topo e bloccare completamente la malattia. Le cellule hanno aumentato la sintesi di una proteina, PD-L1, carente negli individui che contraggono il diabete di tipo 1.

Una terapia che certamente risulterebbe non invasiva per l’uomo perché si andrebbero ad utilizzare le cellule staminali degli stessi pazienti.

 

I dati Istat mostrano che in Italia più di 3 milioni e 200 mila persone sono affette da diabete, ovvero il 5,3% dell’intera popolazione.

In soli 30 anni i dati sono raddoppiati, nel 1980 la percentuale infatti era del 2,9%, oggi però si riscontra una diminuzione di morte a causa di diabete del 20%. Inoltre mentre nel passato la malattia veniva riscontrata in persone più grandi, col trascorrere degli anni si è fatta spazio tra i giovani. Questo fattore è dovuto anche, ma non solo, ad un’anticipazione della diagnosi poiché rispetto al passato la prevenzione e la scienza sono andate avanti.

 

Sembra che questa patologia sia legata allo svantaggio economico. Le statistiche mostrano come le donne con titolo di studio basso abbiano un rischio di mortalità di 2,3 volte più alto rispetto a quello delle laureate. Anche le percentuali tra sud e nord Italia sono differenti: il tasso di prevalenza per età nel primo caso è pari al 5,8%; nel secondo al 4,0%.

Tra le cause principali dell’aumento del diabete ci sono: una cattiva alimentazione, poco esercizio fisico, sedentarietà ed obesità.

In 30 anni lo stile di vita degli italiani si è modificato radicalmente, si lavora sempre di più seduti davanti un computer, i bambini giocano con i videogiochi sacrificando i giochi fatti all’aria aperta che sembrano ormai passati di moda, ci si dedica meno alla cucina salutare e si passa a cibi surgelati, fritti, preconfezionati.

La scienza sta dando una svolta al problema del diabete, sebbene il primo passo verso il progresso è rendere il proprio stile di vita più consono alle esigenze dell’organismo.

Laura Ciancio

TRADIZIONI E DINTORNI – COMPRA SICILIANO: LA SICILIA È UN MARCHIO DOP


 

La Sicilia così come altre terre del nostro sud, conservano un’anima agreste ed un po’ retrò E probabilmente proprio per questo alle pendici della “Vecchia Signora”, la nostra meravigliosa Etna, troviamo nella deliziosa città di Acireale, la Tomax.

Tomax è un’azienda di maglieria di prestigio, perché i filati utilizzati, sono filati preziosi prevalentemente cachemire. Nata circa venti anni fa per volontà di un imprenditore locale, Ignazio Tomarchio, questa azienda ha nel corso degli anni portato avanti un discorso prevalentemente di qualità. Volontà del proprietario è stata quella di creare all’interno di un’isola ricca di tradizioni legate alle antiche arti della maglia, dell’uncinetto e del ricamo un prodotto semi industriale, nel quale le macchine realizzano, appunto con filati di grande qualità, prodotti rifiniti a mano utilizzando tecniche antiche. L’uncinetto che rifinisce, l’ ago che ricama o che inserisce pizzi, bottoni e nastrini; tutto ciò trasforma un prodotto che altrimenti sarebbe dozzinale in un capo unico e di pregio.

La Tomax nata come azienda produttrice di delicati ed unici capi per bambini, nel corso del suo percorso di crescita ha introdotto anche la produzione di capi di maglieria per uomo e per donna. Infatti all’interno del luogo di produzione si può visitare lo showroom dedicato ai più piccoli ed un altro dedicato agli adulti.

Non a caso, uno degli slogan più azzeccati della Tomax è “Compra Siciliano!” E già, perché se compriamo direttamente sul luogo di produzione possiamo accorciare i vari passaggi di produzione e realizzazione, e quindi ridurne i costi. Permettendo alla nostra economia di diventare più forte. Un altro slogan è “non tenere i tuoi sogni nel cassetto” perché quando è possibile la Tomax realizza ciò che desideri nei colori che maggiormente preferisci. Dunque perché lasciare un tuo desiderio non realizzato? Fai una passeggiata ad Acireale, visita Piano d’Api è vai a vedere con i tuoi occhi prodotti di grande pregio, senza dover per questo pagare cifre esose! E nello stesso tempo rendi più forte la tua terra! Sii orgoglioso di appartenere ad una terra forte, bella e soprattutto ricca di tradizioni!

Valeria Barbagallo