Classifica delle piazze più belle d’Italia: Taormina è tra le prime 10


Ogni città ha una sua piazza più ampia che la contraddistingue da tutte le altre o per le sue caratteristiche o per la sua bellezza. Da Nord a Sud Italia, la Regione è piena di slarghi importanti per il loro valore sociale e culturale. Tra le 10 piazze più affascinati, secondo una classifica stilata dal sito PaesiOnLine, ne è presente una siciliana: la Piazza IX Aprile di Taormina.

Una terrazza panoramica con pavimento a scacchi e una vista mozzafiato verso l’Etna e la spiaggia di Giardini Naxos, un vero spazio elegante: così si presenta lo spaziale più famosodella città. In origine la piazza fu dedicata a Sant’Agostino e alla chiesa costruita nel 1448; adesso è nota con la data del 9 aprile 1860. Il nome fu cambiato quando gli abitanti credettero che Giuseppe Garibaldi fosse giunto quel giorno a Marsala per liberare la Sicilia dai Borboni. Tuttavia, si trattò di un falso mito in quanto l’eroe sbarcò solo un mese più tardi. 

La piazza, immersa nel centro storico dello shopping, è piena di bar e locali all’aperto dove poter sfruttare di momenti di relax e divertimenti, oltre ad essere piena di musicisti e di artisti che dipingono paesaggi e ritratti. Nei pressi della piazza si collocano tre importanti monumenti che la rendono ancora più accattivante: l’ex convento di Sant’Agostino, la chiesa di San Giuseppe e la torre dell’orologio. 

Quello che una volta era il convento, adesso è una biblioteca comunale restaurata nel 1981. All’interno si possono leggere testi di pregio, manoscritti e libri sulla Sicilia; tutto immerso nella raffigurazione del martirio di San Sebastiano e il soffitto in legno a capriate.

La chiesa di San Giuseppe è di stile barocco costruita tra il 1600 e il 1700. Con due rampe di scale all’interno, si accede all’edificio che contiene stucchi dei XVIII secolo, l’altare maggiore, la statua di Maria Ausiliatrice e quella di San Domenico Savio. Dal 2015, la chiesa è inagibile in seguito al crollo di una parte del soffitto.

Infine, la torre dell’orologio denominata anche porta di mezzo che divide la città classica dal borgo medievale. Le campane suonano in onore del santo patrono Pancrazio il 9 luglio e per l’elezione del nuovo sindaco del paese.

Giulia Manciagli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: