Le Terme dell’Indirizzo


Catania ha tanto da raccontare, c’è tanta storia da scoprire dentro le sue vecchie mura, una storia spesso sconosciuta agli stessi catanesi. 

IMG_4635 2

Proprio nel cuore della città in Piazza Currò, accanto allo storico mercato del pesce, rinchiuse da un cancello (sempre chiuso) si può godere della vista di un antico complesso termale romanoancora in ottimo stato. 

Un ritorno all’età imperiale, quando le terme possedevano  un rilevante ruolo sociale perché luogo di incontri, di lettura e di benessere fisico e psichico. 

Ma perché dell’indirizzo? La storia narra che nel 1610 il viceré di Sicilia Don Pietro Girone, Duca di Ossuna, mentre stava per arrivare a Catania per la prima volta a bordo di una nave spagnola, venne assalito da una terribile tempesta che gli fece perdere il senso dell’orientamento, allora invocò la Vergine che miracolosamente lo condusse fino alla costa. Quando approdò vide che la luce che lo aveva indirizzato alla salvezza proveniva da un’icona della Madonna del Carmine

In vista dell’accaduto nel 1635 venne eretta una chiesa in onore della salvatrice, distrutta dal terremoto del 1693 e riedificata successivamente insieme alla costruzione del ConventoCarmelitano di S. Maria dell’Indirizzo (oggi istituto comprensivo Amerigo Vespucci) che inglobò le antecedenti Terme

IMG_4638

Le Terme dell’Indirizzo conservano intatti dieci vani con le coperture originarie, la più grande è una sala a pianta ottagonale con copertura a cupola, inoltre si vedono ancora i resti delle fornaciche servivano a riscaldare gli ambienti termali, i condotti per la circolazione dell’aria calda e i canali per il deflusso delle acque. 

Dalla struttura si evidenzia che il complesso termale possedeva un frigidarium (per il bagno freddo) ed un calidarium (per quello caldo). 

La struttura esterna è costituita da una malta cementizia e da blocchi di pietra lavica.

Purtroppo pochi notano la sua bellezza, nonostante si trovi esattamente difronte al famosissimo Ostello, luogo di incontro per tutti i giovani. Un punto della città vivo notte e giorno, tutti i giorni! Possibile che nessuno noti la presenza di queste antiche terme?  

L’edificio è visitabile ma tramite prenotazione perché i cancelli sono sempre chiusi. 

Sicuramente se si fosse trovato in Germania, in Norvegia o in altri paesi che non possiedono i nostri tesori storici, sarebbe stato aperto almeno cinque giorni la settimana e sarebbe stato un punto fondamentale di interesse turistico. 

Siamo in Sicilia e questa è la realtà, inspiegabile. Speriamo che il Comune si impegni a valorizzare la città.

Laura Ciancio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: