Tessuti naturali per salvaguardare l’ambiente


I nostri vestiti e i nostri accessori raccontano chi siamo, da dove veniamo e cosa facciamo, ma visto che la popolazione della Terra aumenta, forse in modo preoccupante, devono essere prodotti e consumati responsabilmente. Oltre alle problematiche etiche e sociali, l’industria della moda è, infatti, anche una delle più inquinanti. Ecco perché sempre più marchi stanno adottando e devono adottare politiche green e utilizzare tessuti che rispettino l’ambiente.

Lino, fibra d’ananas, cotone, sono i materiali naturali che potrebbero sostituire le microfibre nell’abbigliamento, mettendo fine allo scempio del mare sommerso dalla plastica e rendendo l’industria della moda competitiva e davvero sostenibile, visto che, le principali responsabili di questo grave problema ambientale, sembrano essere proprio le micro particelle dei tessuti derivati dalla plastica, che arrivano in mare con un semplice carico in lavatrice.

Un lavaggio produce milioni di microfibre di dimensioni inferiori ai 5 mm che si riversano in mare dai tubi di scarico dove vengono ingerite dagli organismi marini, entrando così nella catena alimentare. Il 40% delle microfibre non è filtrato dagli impianti e finisce nell’ambiente. Con #Stopmicrofibre Marevivo ha rivolto un appello ai tessutai, davanti a una platea di stilisti in erba dell’Accademia di Costume & Moda a Roma, chiedendo loro di trovare soluzioni alternative all’uso dei tessuti sintetici per salvare il mare dall’invasione della plastica.

Giusi Lo Bianco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: